ULTIME NOTIZIE

 

 

 

 

SISTERS BLOCCATE DAL CORONA VIRUS. CAMPIONATO SOSPESO PER RIDURRE OGNI POSSIBILITA' DI CONTAGIO

A POCHE ORE DALLA GARA A PROGRAMMATA SAN VITO DEL TAGLIAMENTO IL COMUNICATO UFFICIALE DI FIP VENETO CHE BLOCCA TUTTI I CAMPIONATI, SENIORES E GIOVANILI.  OLTRE 400 LE PARTITE RINVIATE.

Mentre Acciaierie Valbruna scaldava i motori per andare a San Vito Sul Tagliamento per  incontrare Casarsa,  squadra in piena lotta per la salvezza, è giunto lo stop della Federazione Italiana Pallacanestro. Blocco di  tutti i Campionati, maschili e femminili, seniores e giovanili, sino al 26 febbraio. Un provvedimento importante, il primo nella storia del Basket,  iniziativa  che sarà seguita sicuramente da altre, con probabile allungamento della quarantena. La notizia ha suscitato emozione da una parte e disappunto dall'altra. Emozione perchè l'infezione è comparsa in maniera decisa in Veneto ed in Lombardia, Regioni che hanno popolazioni strettamente connesse per motivi professionali e di immigrazione alla Cina, Nazione  dalla  quale il virus ha iniziato a propagarsi  nel mondo. Disappunto, anche se moderato dalla logica del provvedimento, perchè il blocco del Campionato propone una serie di problemi originali e di non facile soluzione.

Cerchiamo di fare il punto della situazione:  mancano 7 giornate alla fine del girone di qualificazione, che terminerà il 5 di aprile. Le prime tre squadre classificate si scontreranno nei playoff promozione contro le squadre vincenti di altri gironi. Acciaierie Valbruna dovrebbe giocare la prima semifinale il 3 maggio contro la seconda classificata del girone lombardo.  In questo girone le gare della regular season dovrebbero terminare il 19 aprile.  Quindi i tempi tecnici per recuperare eventuali gare paiono possibili  in Veneto-Friuli, molto meno in Lombardia.  In caso di quarantena la Lombardia non riuscirebbe, senza disputare turni infrasettimanali, a completare il Campionato. E qualora non fosse possibile giocare per un periodo più lungo, un paio di mesi ad esempio, come sarebbero determinate le classifiche ?  Verrebbero cristallizzati i risultati ottenuti ?  Si disputerebbero le gare di playoff nel mese di giugno ?  Quesiti difficili a cui dare risposta. Alcune considerazioni comunque possiamo  farle. Salta agli occhi la grande tempestività dei Comitati Regionali Lombardi e Veneto Friulani che hanno immediatamente bloccato tutti gli incontri in programma. FIP ROMA non è  riuscita ad essere altrettanto  tempestiva,  nei Campionati di propria competenza ha ritardato la decisione dil blocco, consentendo in questa  domenica ad alcune  squadre di giocare i campionati nazionali,  anche in zone colpite dal virus come il padovano. Una decisione  non  coerente con gli indirizzi delle due Regioni, forse causata dalla mancanza di indicazioni  provenienti da CONI e Governo in merito.  Anche il calcio ha vissuto questa contraddizione. Si sono bloccati molti  Campionati regionali e giovanili  ma si sono consentiti assembramenti di decine di migliaia di persone nelle gare di Serie A.

Questa situazione  incerta e poco prevedibile  porta con se numerose incognite. Riusciranno le Sisters a mantenere, anche in questo probabile lungo blocco delle gare ufficiali, la forma che le ha portate in testa alla classifica ? Quanto sarà lungo il blocco e quali saranno le soluzioni che verranno studiate per rendere difficile il propagarsi del virus ?  Partite a porte chiuse, quarantena,  misure di igiene e profilassi per ridurre i rischi ?  Abbiamo parlato di cose incerte che speriamo abbiano un finale lieto in primo luogo per i malati, sia quelli nella   Cina duramente colpita, che in tutti i Paesi che conoscono il flagello di questa epidemia. 

Consoliamoci parlando di sport e di cose certe, come lo splendido campionato sino a qui disputato da Acciaierie Valbruna. Alcuni numeri:  18 partite vinte, 1 persa,  miglior attacco del Campionato con 1426 punti (  1259 il secondo posto, detenuto proprio da Casarsa), solida posizione di capocannoniere della bolzanina Nadia Mossong con 336 punti ( 17.7 per partita), ben seguita  da Ines Kerin terza con 227 punti ( 14.6 per partita). A questi numeri molto interessanti fanno da corollario la terza miglior difesa e la coppa Disciplina, con nessuna giocatrice incorsa in provvedimenti disciplinari. Un anno veramente importante che speriamo non venga messo in discussione da questa difficile e triste contingenza.

Alle spalle di Pallacanestro Bolzano  troviamo Rovigo che segue a 6 punti, pronto ad approfittare di eventuali passi falsi. La squadra veneta ha perso qualche gara casalinga di troppo, ma è in assoluto il maggior competitor delle Sisters , sia come gioco che come qualità nell'organico. Tra l'altro l'unico big match che manca a Bolzano per completare questa grande stagione è proprio PALLACANESTRO BOLZANO vs  ROVIGO, in programma  sabato 14 marzo  ( forse).

Ad 8 punti si colloca la terza squadra che ad oggi disputerebbe i playoff promozione, il Futurosa Trieste, sconfitto agevolmente dalle altoatesine in entrambe le gare.

In coda alla classifica c'ègran bagarre. Paiono condannate, a meno di colpi di coda imprevedibili, OMA TRIESTE e PORDENONE,  mentre per le altre due retrocessioni ( quattro in totale, forse troppe) sono coinvolte  Abano, Riva del Garda, Casarsa e  Muggia.

Acciaierie Valbruna Bolzano proseguirà gli allenamenti sperando di recuperare alcune Atlete che hanno manifestato problemi di salute. Giorgia Assentato, bloccata da una infezione di origine influenzale ed Ines Kerin, con un piccolo fastidio al ginocchio sinistro, frutto avvelenato di un contatto rimediato proprio nella super partita da lei giocata contro Treviso nella quale ha segnato ben 8 bombe, record del Campionato.Proseguirà intenso il programma per la rientrante Chiara Rossi, il cui esordio era stato programmato nel corso della gara di Casarsa, poi rinviata.

Intanto prendono sempre più corpo le notizie che danno certo l'ingresso nel novero degli Sponsor di Pallacanestro Bolzano di una grande industria farmaceutica  presente con marchi di grande prestigio nel mondo della cosmesi di ricerca.  Le ragazze di Pallacanestro Bolzano avranno quindi una Partnership qualificata in un settore molto femminile, particolarmente idoneo  ad Atlete attente anche alla propria salute e bellezza. La firma dell'accordo biennale è previsto nel corso della prossima settimana presso la casa Madre   a   Milano.  

 

 

 

 

 

 

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO                                75

 

CB STAMPI TREVISO                                                       53

 

 

 

parziali:  26-12/14-17/28-977-15

 

Arbitri Azzali di Verona e Tadic di Borgo Valsugana

 

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO:   Luppi 2, Mossong 15, Gottardi 3, Rossi, Giangrasso 9, Alberti, Fabbricini 14, Kerin 29, Assentato, Hafner Dani 3, Marcello, Miriam Hafner  all Pezzi   T.L.  13/18   tiri da tre   Kerin 8, Gottardi 1, Mossong 1, Giangrasso 2

 

CB STAMPI TREVISO :  Dalla Riva, Gasparini, Zanatta C. 3, Schiavon  1, Pizzolato 12, Devetta, Grigoletto 6, Gini13, Rossetto 9, Perocco, Kanynda, Zanatta F. 10   all.  Montelatici   T.L. 10/18   tiri da tre  Zanatta C 1

 

 

 

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO:  SUCCESSO NETTO E CONVINCENTE,  TREVISO LOTTA  MA LE SISTERS SONO IN  GRANDE  SERATA.

 

KERIN  DEVASTANTE DA TRE ( 8 BOMBE)  , CILIEGINA SU UNA TORTA RICCA DI BUONI INGREDIENTI. 18 VITTORIE SU 19 INCONTRI E RIVINCITA PRESA.

 

Pallacanestro Bolzano  sente il profumo  delle sfide che contano e ne rimane inebriata, offrendo in due diverse occasioni, prima contro Futurosa (3A)   e  nella serata odierna contro Treviso ( 3A) , due prestazioni di assoluto livello. A Trieste la difesa è stata imperforabile,  contro Treviso  il tiro da tre, con ben 12 bombe a segno, ha scavato un divario incolmabile, avverso alla formazione ospite che  nella specialità è andata a segno solo una volta . La gara era molto attesa in casa bolzanina. Sul candido ed immacolato palmares fatto di vittorie le Sisters avevano una macchia, una sconfitta con un   -13 patita a Treviso in una gara ben giocata dalle padrone di casa e condotta con sufficienza dalle altoatesine.  Per togliere questa macchia era indispensabile la vittoria, utile oltre che per il giusto orgoglio, anche per consolidare la posizione in vetta alla classifica. Gli allenamenti della settimana erano stati duri, ma ciò che è successo venerdì sera  ha fatto capire la tempra delle Sisters di quest'anno. Ad un certo punto dell'allenamento coach Pezzi ha dovuto sospendere la partita di  rifinitura perchè la carica agonistica e l'impegno erano troppo alti in relazione alla seduta pre-gara. Per tutta la settimana il sentimento di rivincita è stato vivo e palpabile e l'inizio partita ne è stato testimonianza diretta. Dopo la prima palla a due è iniziato uno show nel quale  il primo canestro da due delle bolzanine è giunto dopo ben 4 bombe consecutive di pregevole fattura.  Treviso annichilita e le Sisters veloci in contropiede ed in transizione prendono un bel vantaggio che alla fine del primo quarto si concretizza in un   26 a 12 che fa intendere molte cose.  Treviso è squadra ben impostata in difesa, si rimbocca le maniche e cerca di reagire per non uscire dalla partita. Inizia ad effettuare un marcamento molto aggressivo , allo scopo di interrompere lo show balistico delle biancorosse padrone di casa. L'intervallo di mezza gara segna  40 a 29, con entrambe le squadre che cercano di piazzare i colpi idonei per tramortire le avversarie.  Bolzano veleggia con 14-16 punti di vantaggio ed il cambio di difesa ordinato da coach Pezzi nella ripresa sortisce subito importanti effetti. La zona non consente a Treviso le penetrazioni che avevano caratterizzato la prima parte della gara e che avevano consentito alle ragazze della Marca di rimanere, seppur con qualche falla, in linea di galleggiamento. La zona blocca le  conclusioni da sotto e le tiratrici trevisane non si dimostrano  irresistibili, come testimonia l'unico loro centro da tre messo a segno. Il terzo quarto vede il nervosismo salire in casa trevisana, con l'espulsione della  Presidente della Società ,seduta al tavolo della giuria,  per veementi proteste succedute ad una  presunta svista arbitrale , peraltro non segnalata dalle giocatrici ospiti  agli stessi direttori di gara in tempo utile.  L'episodio , abbastanza marginale per l'esito della gara, non ha avuto  però  effetti sull'esito della sfida, Bolzano  vede dilatarsi il vantaggio oltre i trenta punti, con uno show balkistico di Kerin che manda in visibilio il pubblico, arricchito da una folta rappresentanza delle squadre minibasket della Società.  Gli ultimi minuti sono solo uno scorrere del tempo per avvicinarsi alle docce, con le Sisters che conquistano la vittoria, la differenza punti e dimostrano di prepararsi in maniera adeguata  alla fase più calda ed importante del Campionato.

 

Per Treviso, che ha combattuto con orgoglio e determinazione, confermando l'ottima impostazione difensiva della squadre, si sono poste in evidenza  Pizzolato (12) sempre pericolosa nel tiro mid range,  Rossetto ( 9 )  e Grigoletto  ( 6 ) con alcune pregevoli percussioni e una ottima Gini dal perimetro ( 13 ).

 

Per Bolzano sontuosa prova di Ines Kerin ( 29 punti ed 8 bombe), MVP della gara  ben affiancata da Fabbricini ( 14) e da una concreta Mossong che conquista la miglior valutazione della gara con un'ottimo 29. Da sottolineare il grande entusiasmo e la carica agonistica che le Sisters hanno messo in campo, oltre al gioco  di squadra fluido e per nulla condizionato dalla durissima difesa avversaria.  Solo 11 palle perse in tutta la gara testimoniano dell'attenzione e della concentrazione che ha animato le ragazze di Sandro Pezzi.

 

Per Bolzano continua la navigazione in vetta alla classifica, con alla vista l' ostile trasferta a Casarsa, in Friuli.  Cogliere una vittoria sarebbe un altro deciso passo di avvicinamento ai playoff.  Treviso deve lottare con tutte le energie contro la sorte non proprio favorevole, cercando vittorie per agganciare il terzo posto che la sconfitta di Bolzano ha fatto dolorosamente abbandonare.